367/C del 04/08/10 – Limiti percentuali di part-time e irregolarità contributiva

Cassa Edile

La commissione Nazionale delle Casse Edili, in relazione a quanto demandatole dagli accordi sottoscritti da ANCE, Associazioni artigiane, Associazioni delle imprese cooperative, ANIEM – Confapi e da Feneal-UIL, Filca-CISL, Fillea-CGIL, nel mese di luglio 2010 ha deliberato che le Casse Edili, a partire dal 1° ottobre 2010, dovranno considerare quale elemento di irregolarità contrattuale e contributiva, ai fini ai fini del rilascio del Durc, il superamento da parte dell’impresa delle percentuali massime di utilizzo di contratti part-time, stabilite dai contratti collettivi del settore edile, sottoscritti dalle parti sociali sopra richiamate.

Si ricorda, a titolo di esempio, che il CCNL Industria, prevede ai commi 8 e 9 dell’art. 78 che “(omissis) che un’impresa edile non può assumere operai a tempo parziale per una percentuale superiore al 3% del totale dei lavoratori occupati a tempo indeterminato.Resta ferma la possibilità di impiegare almeno un operaio a tempo parziale, laddove non ecceda il 30% degli operai a tempo pieno dipendenti dell’impresa.”

Come di consueto, la presente circolare é pubblicata anche sul sito www.cassaedilecagliari.it alla voce del menù Circolari.

Rimanendo a disposizione per ogni necessità di ulteriori chiarimenti, si inviano cordiali saluti.

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner premendo il tasto 'Accetto' ne accetti l'utilizzo per 1 mese. Per maggiori informazioni sui cookie e sul Trattamento dei dati personali leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi